Cos'è lo iodometano radioattivo?

Si tratta dello ioduro di metile, cioè l'unione di una molecola di metano con lo iodio radioattivo. Già di per se lo ioduro di metile è usato come pesticida ed è tossico; e la dose mortale è di 76 mg/kg corporeo.

Sì, dal momento che generano corrente elettrica, che a sua volta genera campi elettrici e magnetici. Ma, a meno di casi particolari, non bisogna avere paura, perché come vedremo si tratta di fenomeni alquanto modesti, perchè la distanza tra i pannelli e le persone è considerevole.

Sì, ci provo però mi hai dato poche informazioni. Bisogna capire quanti siete e quanto spazio hai. La cosa più semplice è dedicare la prima stanza quando si entra a stanza di decontaminazione.

Pochi sanno che l'alta temperatura sfavorisce il rendimento del fotovoltaico e quindi raffreddando il pannello si ottiene un vantaggio economico. Sulla base di questo principio è stato introdotto il termofotovoltaico.

Sei un tuttologo?

No. Ci sono alcune materie sulle quali ho fatto approfondimenti e altre che non tratto proprio. Ad esempio ho una buona base generale scientifica e tecnica, ma sulle materie umanistiche ho una conoscenza verticale solo su alcuni argomenti.

DM 30/09/2022 MITE: Geotermico in edilizia libera

Il DM 30/09/2022 MITE, detto Decreto sonde geotermiche, permette a certe condizioni di poter realizzare un impianto geotermico senza alcuna autorizzazione.

Il biometano e il PNRR

Presto dovrebbe essere pronto il decreto attuativo di rilancio del biometano nell'abito del PNRR. L’aiuto prevede un contributo del 40% sull’investimento e una tariffa incentivante sul biometano prodotto per 15 anni. L’accesso avverrà tramite aste che si svolgeranno fino al 2024.

Differenze tra fotoelettrico e fotovoltaico

L'effetto fotoelettrico è un fenomeno quantistico che consiste nell'emissione, da parte di particolari superifici metalliche, di elettroni qualora la superficie sia colpita da radiazioni elettromagnetiche ad una data energia.

Le Valli dell'Idrogeno (Hydrogen Valley)

La Hydrogen Valley, o Valle dell'Idrogeno, è un concetto che indica un luogo fisico dove viene prodotto, stoccato, trasportato e utilizzato idrogeno quale combustibile di nuova generazione.

I missili ipersonici

La traiettoria predeterminata tipica dei missili balistici è oggi prevedibile dai computer, permettendo di individuarli con appositi sistemi radar e satellitari e intercettarli con una discreta possibilità di successo.

L'impianto geotermico domestico è in grado di funzionare da climatizzazione d'estate e da riscaldamento durante l'inverno. Solitamente le sonde geotermiche vengono calate fino a circa 100 metri di profondità, dove la temperatura si mantiene costante tutto l'anno, in un range compreso tra i 15 e i 20°C.

La Paulownia è il maggior assorbitore di CO2 atmosferica ed è l'albero che ha la crescita più rapida. Tutte caratteristiche davvero interessanti sotto il profilo ambientale ed ecologico.

Esaminiamo un caso studio reale in cui viene preso come modello un'officina di carpenteria metallica.

Come funzionano le armi termobariche?

Volendo schematizzare, possiamo immaginare un cilindro carico di combustibile liquido accoppiato a due cariche esplosive.

Bando Agrivoltaico - scadenza 27 ottobre 2022

I costi energetici rappresentano una voce importante delle spese sostenute del settore primario, finendo inevitabilmente per impattare sul prezzo finale dei prodotti immessi sul mercato, facendo perdere competitività alle aziende.

Un filtro P3 R D protegge dal fallout?

No. La "R" sta per riutilizzabile e "D" sta per polvere di dolomite. Non ha alcuna attinenza con la protezione da polveri radioattive.

No. Le mascherine chirurgiche sono inconsistenti. Le FFP2 filtrano circa il 90-95% delle particelle PM10 o PM 2,5. Già è qualcosa, ma è insufficiente per un'adeguata protezione.

Milano e Berlino distano 1000 km e ci sono le Alpi nel mezzo. Nel caso esplodesse in aria il fall-out si spargerebbe per un diametro di qualche centinaio di km dall'epicentro e quindi essendoci anche le Alpi a protezione il rischio è contenuto, sebbene sia comunque una catastrofe.

Ok. Io ho uno scintillatore, però per spiegare prenderò un contatore Geiger cinese, che è più semplice. Premetto che uno strumento del genere è sordo verso le particelle alfa e ha un limite massimo di rilevazione; però in un contesto di guerra atomica non dobbiamo andare per il sottile.

Premetto che è un argomento complesso e farò delle semplificazioni. Si posso prendere poche radiazioni per molto tempo e sviluppare malattie croniche, che accorciano l'aspettativa di vita.

Assolutamente si. Non risolve tutto, ma aiuta. Attenzione però alle concentrazioni. Occorre una dose da 100 mg di ioduro di potassio per gli adulti, entro 6 ore dalla notizia dell'incidente.

Premesso che dipende dal tipo di incidente. Dalla domanda suppongo che tu ti riferisca ad un attacco nucleare vicino. In questo caso non è consigliabile uscire prima di 15 giorni dal proprio riparo e comunque occorre rispettare le indicazioni fornite dalle autorità, nel caso le strutture governative fossero ancora operative.

Perché i regnanti russi si chiamavano "Zar"?

E' un termine coniato dai monarchi bulgari nel medioevo e poi copiato dai russi nel 1500. Deriva dal latino Caesar, che è il nome che si attribuiva agli imperatori romani.

Penso tu ti riferisca a Pakistan, Afghanistan, Kazakistan che terminano con il suffisso -stan. Il motivo è semplice nell’antico indo-iranico stan significa casa.

Pubblicità:

Cerca una risposta